Tre cantoni in Svizzera in moto

Strade divertenti in moto – Visitare i tre Cantoni Ticino, Grigioni e Uri

Partire da Lugano, in Svizzera, per visitare i tre Cantoni Ticino, Grigioni e Uri Svizze10
Strade divertenti in moto – Visitare i tre Cantoni Ticino, Grigioni e Uri

LUGANO, BASE PER TRE CANTONI“
Un viaggio a Lugano può essere motivato da diverse ragioni: è sede di importanti banche e istituti finanziari e deve la sua fama sia alla bellezza del paesaggio e del suo lago, sia alle numerose iniziative culturali. Stabilito che non ci interessa fare investimenti in franchi svizzeri, la scelta è tra visitare una delle mostre d’arte oppure passeggiare sul lungolago fiorito. Decidiamo di rimandare l’aspetto culturale a una successiva gita, magari in una giornata piovosa, tanto il Museo d’Arte Cantonale non si sposta, la Villa Malpensata e la Galleria della Banca del Gottardo offrono sempre esposizioni (di pittura la prima e di fotografi a la seconda) di livello internazionale e i palazzi di interesse storico restano dove sono. Con questa splendida giornata di sole una passeggiata per la città sembra la scelta più indicata.

LUNGO LAGO E CENTRO DI LUGANO Usciti dall’autostrada a Lugano Sud, seguiamo per il lungolago, parcheggiamo la moto e percorriamo il Giardino Belvedere, dove il panorama naturale si fonde con opere di scultura moderna di notevole pregio. Le statue ben conservate, collocate tra le aiuole fiorite perfettamente curate, con lo sfondo del lago di Lugano, sono una conferma del senso civico ed estetico degli abitanti del luogo. Al termine del giardino, sul lato opposto della strada, si trova S. Maria degli Angioli, la chiesa più famosa della città. Una sbirciatina agli affreschi di Bernardino Luini e la nostra passeggiata continua lungo via Nassa, centro commerciale di Lugano, un susseguirsi di eleganti boutique, sfavillanti gioiellerie, sobrie sedi bancarie, appetitose gastronomie. Seguendo i portici arriviamo a Piazza della Riforma: ampia, circondata da palazzi ottocenteschi e arredata con i numerosi tavolini dei bar, questa piazza è un punto d’incontro privilegiato per luganesi e turisti. Proseguendo sul lungolago si arriva al Parco Ciani, sulle cui panchine gente di ogni età legge il giornale, chiacchiera con gli amici, guarda il panorama pensando a nulla. L’atmosfera è incredibilmente rilassata, non sembra di essere nel centro di un importante polo finanziario, ma in una cittadina di mare fuori stagione, il sabato mattina: tempo che scorre lento, un po’ pigro ma ricco di energie positive. Sì, però noi dobbiamo ripartire, altrimenti al Lucomagno ci arriviamo domani!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *