Analogie e differenze delle caratteristiche degli ambienti LAN (CCNA)




CCNA-differenze-delle-caratteristiche-degli-ambienti-LAN-lorenzodesign.it

CCNA differenze delle caratteristiche degli ambienti LAN lorenzodesign.it

Analogie e differenze delle caratteristiche degli ambienti LAN (CCNA)nalogie e differenze delle caratteristiche gli ambienti LAN (CCNA)
Le reti LAN si trovano dappertutto, dalle grandi aziende alle abitazioni private dove adulti e ragazzini le usano per lavoro, studio o anche per i videogiochi on-line.

Le caratteristiche e la definizione della tipologia fisica e logica di queste LAN è fondamentale sia per la configurazione sia per il troubleshooting.

I termini usati per descrivere la tipologia fisica di una rete servono a spiegare come sono connessi tra i dispositivi. Tra questi termini:

– bus: tutti i dispositivi sono connessi a una sorta di cavo principale
– anello: ogni host è collegato ad altri due formando così un anello
– stella: tutti gli host sono connessi a un nodo centrale (un hub o uno switch)
– gerarchia: una piramide di reti a stella estesa tutte collegate a un nodo principale che gestisce il traffico al    vertice della piramide
– mesh: ciscun host è connesso direttamente a tutti gli altri host

Le tipologie logiche invece, determinano come gli host si scambiano messaggi attraverso il mezzo. Le tipologie logiche più comuni sono la token-passing e la broadcast.

Le reti necessitano di una serie di regole per la comunicazione. Queste regole sono definite protocollo. I protocolli di rete controllano il tipo di connessione, il trasferimento dei dati e il trattamento degli errori.

Le parti principali di una LAN sono i computer, le schede di interfaccia di rete (NIC), le periferiche, i mezzi fisici e i dispositivi di rete. Le tecnologie più utilizzate sono Ethernet, Token Ring, o FDDI (Fiber Distributed Data Interface).

00-BD-D9-61-00-A1 è un esempio di indirizzo MAC (media Access Control), indirizzo a 48 bit (numero esadecimale a 12 cifre) assegnato a una scheda NIC in fase di costruzione della scheda. In questo caso si tratta dell’indirizzo MAC dell’host che sto utilizzando per scrivere questa sezione e dalle prime sei cifre posso evincere che il dispositivo è stato prodotto dall’Intel. Infatti la prima metà di un indirizzo MAC è chiamnata OUI (Organizationally Unique Identifier), ed è un valore assegnato dall’IEEE (Institute of Electrical and Electronics Engineers), che ppermette di identificare il costruttore di qualsiasi scheda NIC o interfaccia Ethernet. Sinonimo dell’indirizzo MAC è il BIA (Burned-In-Address), denominato così perchè l’indirizzo viene impostato bruciando le guarnizioni di un chip della scheda.

Ogni frame inviato da un host  in rete include un indirizzo MAC di destinazione. Tutti gli host di una rete ignorano il frame a meno che l’indirizzo di destinazione delle stesso non coincidano con il proprio.

I frame Ethernet non hanno sempre un campo lunghezza. Le versioni originali di Ethernet (EthernetII) di Digital Intel e Xerox non solo combinavano il preambolo ed il delimitatore di inizio frame, ma consideravano il campo lunghezza-tipo solo come tipo. Oggi il protocollo TCP/IP usa il campo lunghezza-tipo per identificare i protocolli di livello superiore nelle Ethernet IEEE 802.3

Per esaminare i campi di un frame Ethernet dobbiamo tenere presente che:

  • un frame Ethernet comincia con un preambolo costituito da 1 e 0 che si alternano
  • l’inizio del delimitatore di frame segna la fine del preambolo con il numero binario 10101011
  • i campi destinazione e origine sono vicini e sono seguito dal campo lunghezza/tipo
  • se il campo lunghezza/tipo è più piccolo del numero esadecimale 0x600, allora rappresenta la lunghezza dei dati presenti nel campo data che segue; se invece, è più grande o uguale al numero esadecimale 0x600, allora rappresenta il tipo di protocollo (per es. 0x0800 hex rappresenta il protocollo IP) contenuto nel campo data che segue.
  • il campo dati contiene informazioni che devono essere trattate al livello successivo
  • il campo data è seguito dal campo FCS (Frame Check Sequence)