Il Digital Marketing Business Plan

Il Digital Marketing Business Plan

Digital Marketing Business Plan LorenzoDesign.it

Il Digital Marketing Business Plan

 

Il Digital Marketing Business Plan

Spesso si sentono dire o si leggono sul web queste due parole “Digital e Marketing”, singolarmente hanno un significato molto vasto che comprendono, la Prima, tutto quel mondo digitale che siamo abituati a sentire, usare o leggere, la Seconda spesso abbreviato in mktg, anch’essa molto usata è un ramo dell’economia che si occupa dello studio descrittivo del mercato e dell’analisi dell’interazione del mercato e degli utilizzatori con l’impresa.

Il Digital Marketing Business Plan
Le due parole Digital Marketing unite in un unica “parola” hanno un significato molto particolare. Si intende Digital Marketing l’insieme di utlizzo ed analisi di Social Media Marketing e tante altre terminologie come SEO, SEM, Display Advertising, Sponsored tweets, Mobile, e-Buzz, Web Listening, Sentiment Analysis, Web e Marketing 3.0 e così via.

Quindi è “l’insieme delle attività di marketing che utilizzano i canali web per sviluppare la propria rete commerciale, analizzare i trend di mercato, prevederne l’andamento e creare offerte sul profilo del cliente target“.

Il Digital Marketing è importante perchè questa attività si affianca sia alle strategie di vendita tradizionale e sia funziona anche da sola.

Per elaborare una strategia bisogna partire da un’analisi attenta degli obiettivi, dello scenario e del posizionamento comunicativo, per poi passare allo studio approfondito del target di riferimento a cui si vuole parlare.

Il Digital Marketing Business Plan cresce velocemente quanto è veloce lo sviluppo e l’utilizzo del web stesso, difficile prevedere cmq ciò che potrà accadere nel futuro, ma possiamo analizzare ciò che è presente ora, definendo i Trend del momento:
Il Digital Marketing Business Plan

5G: Abituati dalle escalation della tecnologia in termini di velocità di connessione su internet con ormai l’utilizzo quotidiano della sigla 4G, preceduta dalla 3G e cosi via, siamo pronti a breve, nuovamente a modificare le nostre “abitudini” preparandoci ad utilizzare la sigla 5G. È possibile, infatti, che entro la fine del 2019 avremo una rete 5G che sarà dieci volte più veloce del 4G, rivoluzionando il modo in cui i consumatori utilizzano Internet e il modo in cui gli sviluppatori pensano alle app e ai contenuti in streaming.
Il 2018 sarà quindi un anno di grande preparazione all’arrivo di una nuova generazione digitale.
Il Digital Marketing Business Plan

AdBlocker: E’ il tempo di iniziare ad usare gli Adblocker?
I consumatori sono stanchi del marketing invasivo, popup publicitari ovunque, difficoltà alla navigazione in quanto la pubblicità invasiva compromette una buona fluidità di navigazione, per alleviare questo disappunto sono nati gli Ad blocker. Dunque il tema sarà: come può una buona marca farsi notare?
Continuare a creare annunci pubblicitari che si fondono perfettamente con il sito piuttosto che interrompere l’esperienza di navigazione è una prima idea, ma bisogna unire ogni soluzione di web marketing con un approccio consumer-centric.
Purtroppo gli annunci non sempre sembrano annunci. Cercano di manipolare i visitatori nel pensare che l’annuncio faccia parte del contenuto. Questo è il motivo per cui è importante imparare a riconoscere gli annunci.
La manipolazione appare anche sotto un’altra veste chiamata “contenuto sponsorizzato”.
Questo è il contenuto che qualcuno paga per collocare su un sito Web.
Quello che pensi sia una raccomandazione o una valutazione legittima di un prodotto potrebbe essere davvero un articolo scritto dal creatore di quel prodotto. In altre parole, potrebbe essere un annuncio.
Il Digital Marketing Business Plan

Big Data: Al giorno d’oggi sono una miniera d’oro per il marketing. Fino a poco tempo fa, molti web marketer hanno evitato i big data perché non avevano le competenze o grandi budget da utilizzare. Ora, gli strumenti di data mining sono sempre più semplici da utilizzare e la gestione di questi dati è sempre più fruibile. Nel 2018, infatti, la raccolta dei dati diventerà una priorità ancora più alta. Con i consumatori impegnati in conversazioni con i chatbot mentre fanno affidamento su dispositivi digitali per la maggior parte delle loro attività quotidiane, le aziende accederanno a un numero più vasto di dati personali. Se da un lato questo comporterà – come già avviene – una riduzione della privacy, al tempo stesso le pubblicità saranno più personalizzate portando a migliori risultati.
Il Digital Marketing Business Plan

Contenuti: Qualunque strategia di successo sui social media è caratterizzata dalla presenza di contenuti di qualità unici, in grado di creare valore, conoscenza e consapevolezza del brand, stimolando le intenzioni di acquisto e rafforzando il rapporto con i propri utenti. Come evidenziato dalle ricerca online, il 70% delle persone preferisce conoscere un brand attraverso un articolo piuttosto che un annuncio.
La migliore pubblicità è infatti creata sempre attraverso contenuti di qualità e un pensiero creativo in grado di valorizzarli.
Il Digital Marketing Business Plan

Customer Experience: Investire nell’ Customer Experience è un atto di coraggio, perché spesso i rendimenti non avvengono subito – e molti consiglieri e amministratori delegati spesso non sono disposti ad aspettare per quel giorno di paga. E c’è la verità sul fatto che è costoso e richiede tempo per migliorare l’esperienza del cliente. Amazon, spesso citato come il miglior case study della classe per l’esperienza del cliente, non ha bisogno di generare profitti, e forse uno dei motivi per cui l’azienda è in grado di correre tanti rischi con la sua strategia cliente. Amazon è stato criticato in passato per la sua incapacità di fare soldi. Nel terzo trimestre di quest’anno Amazon ha registrato un profitto per il 9 ° trimestre consecutivo, ma prima ancora i numeri erano molto alti e bassi di anno in anno. Secondo Investopedia.com questo è chiamato un modello a combustione lenta per un business sostenibile.

Paul Polman, CEO di Unilever nel suo primo giorno di lavoro nel 2009 ha annunciato che gli azionisti non dovrebbero più aspettarsi di vedere i rapporti trimestrali annuali della società con le previsioni sugli utili per il mercato azionario. Polman ha detto, “Metti i tuoi soldi altrove se non lo fai”, acquista in questo modello di creazione di valore a lungo termine, che è equo, che è condiviso, che è sostenibile “.

Il titolo aveva un valore di $ 38 per azione nel 2012 e cinque anni dopo è in costante aumento, e il giorno in cui l’ho scritto è stato di $ 58 per azione. Se il CEO non si concentra sull’esperienza del cliente, in nessun modo puoi aspettarti che l’azienda nel suo complesso migliori l’esperienza del cliente.
Il Digital Marketing Business Plan

Intelligenza artificiale:
Durante gli anni precedenti, i marketer erano titubanti nell’integrare l’intelligenza artificiale AI (Artificial intelligence) nelle loro strategie. Ma successivamente si è riscontrato visto una notevole fiducia tra i marketers per quanto riguarda la sua applicazione. È a causa della ridotta ambiguità dei risultati poiché sempre più settori hanno già ottenuto vantaggi significativi.

L’intelligenza artificiale ha fatto sentire la sua presenza quest’anno attraverso i suoi processi supplementari come Big Data, Internet of Things e Machine Learning. Ma questi sono solo componenti che alla fine contribuiranno a liberare tutto il potenziale dell’IA. I prossimi anni, in particolare nel presente 2018, si vedranno cambiamenti e impatto visibili dovuti all’applicazione dell’IA.

– Personalizzazione dell’esperienza utente in misura maggiore
È l’area più cruciale in cui l’intelligenza artificiale può penetrare e creare un impatto significativo. Un cliente è il re di qualsiasi attività commerciale e il contenuto è il re per un marketer. Se è in grado di allineare la strategia di content marketing con l’intelligenza artificiale, potrebbe essere innovativo. Sulla base dei dati raccolti, come le ricerche dei clienti, il comportamento di acquisto e gli interessi, è possibile condurre campagne di contenuti personalizzate. Il problema è che può essere fatto per ogni singolo cliente o prospect.

– Rendi la tua decisione più semplice e facile con il marketing predittivo
Ogni volta che un utente naviga su Internet; nuovi dati vengono generati e raccolti per l’analisi AI. Questi dati possono rivelare informazioni quali esigenze degli utenti, comportamenti e azioni future. Sulla base di queste informazioni, il marketing può essere ottimizzato per fornire le informazioni più rilevanti. La sensibilizzazione sui social media rivela anche informazioni personali sulla prospettiva che rendono facile per i marketer creare una campagna mirata.

– Utilizzo del riconoscimento dell’immagine per ottenere il massimo ROI
In precedenza, il riconoscimento dell’immagine era limitato all’identificazione di oggetti isolati in un’immagine. Ma con il software abilitato AI, è ora possibile ottenere una descrizione dettagliata di un’immagine. L’ultima generazione di Amazon Rekognition di Amazon può effettivamente riconoscere volti umani, emozioni coinvolte e identificare oggetti.
Questa tecnologia può essere utilizzata in vari modi per vari settori. Per il settore bancario e finanziario, il riconoscimento delle immagini abilitato AI può essere sfruttato per processi di pagamento più rapidi e migliorare la sicurezza del cliente. I social media sono un’enorme fonte di immagini.
I tweet con immagini ricevono altri 150 tweet e i post di Facebook con immagini ricevono 2,3 volte più engagement. La popolazione mondiale insieme condivide 3,25 miliardi di foto al giorno secondo le ultime ricerche. Questa quantità enorme di immagini può essere sfruttata dall’intelligenza artificiale per comprendere i modelli, i comportamenti e le esigenze dei consumatori.
Il software AI cercherà immagini nei social media e lo confronterà con una grande libreria di immagini per trarre conclusioni.
Il Digital Marketing Business Plan

Nuove interfacce: I Voice Search sono ormai presenti su tutte le piattaforme e su tutti i dispositivi che abitualmente tutti noi utilizziamo sia per lavoro che per hobby: telefoni, smartphone, tablet, pc, orologi, frigoriferi etc. Fonti attendibili addirittura prevedono che entro il 2020, solo tra due anni, il 50% delle ricerche complessive sarà vocale.
Il Digital Marketing Business Plan

Omnichannel: Dal marketing multicanale al marketing “omnicanale” ovvero che prende in considerazione l’utilizzo di tutti i canali disponibili. Esempio: “Tweet per Pizza!” Domino’s Pizza ha creato una delle campagne di web marketing omnichannel più efficaci. Ma presto tutti comprenderanno che il trend di questo momento è l’integrazione tra esperienza online ed offline. E vale sia per i rivenditori e che per i B2B.
Il Digital Marketing Business Plan

Realtà 3D: L’esperienza del cliente è sempre la priorità numero uno e, anche se è ancora in evoluzione, la tecnologia 3D è pronta ad essere una necessità da integrare. È iniziata principalmente nel settore dei giochi, ma sta lentamente diventando più accessibile e fruibile in tutte le cose, basta pensare agli hotel che offrono una visita online 3D delle loro camere o ai nuovi video in 3D implementati da Facebook.
Lego usa la realtà in 3D per far vedere il contenuto delle scatole dei mattoncini, mentre centri commerciali e grandi negozi possono utilizzare la realtà 3D per le sfilate, il manuale tecnico e la spiegazione, come per far interagire i visitatori con i prodotti. Vedi le possibilità anche di divulgazione e divertimento in questo video di National Geographic.
La realtà 3D permette l’utilizzo di soluzioni per interagire con la pubblicità e gli eventi, e crea azioni di ambient marketing basate sulla tecnologia. I marchi, ed i negozi con le loro vetrine, possono coinvolgere il pubblico nelle varie manifestazioni. I passanti stessi creano contenuti virtuali che passano sulle piattaforme sociali e generano link con il marchio.  C’è un nuovo modo per collegare il reale al digitale che dovrebbe essere il passo successivo da compiere per un’impresa che voglia crescere nelle attività di vendita, dovunque vengano collocate.
Il Digital Marketing Business Plan

Social Media: per creare engagement è fondamentale scegliere in modo strategico i contenuti più adatti per ogni canale, che rispondano agli interessi del tuo pubblico.
Nel 2018 è fondamentale spingersi verso nuovi orizzonti, utilizzando i social network anche per il Social Commerce, il Customer Service e il Social Listening, investire in advertising. I social sono il luogo d’incontro più usato tra brand e utenti, nulla può essere lasciato al caso, tutto dev’essere pianificato e studiato con attenzione per raggiungere gli obiettivi traendone vantaggio.
Il Digital Marketing Business Plan

Video: il video è centrale nelle campagne di digital marketing e lo sarà sempre di più anche nel prossimo futuro. Non per altro le società di telefonia permettono ai loro clienti di abbonarsi con pacchetti dedicati ad un utilizzo più assiduo dei software video, ad es. Vodafone permette ai proprio clienti l’utilizzo del Video Plus ossia la possibilità di guardare tutti i video in streaming senza consumare i Giga della propria offerta ad un costo esiguo al mese.
Il Digital Marketing Business Plan