Copywriting cos’è e a cosa serve

Copywriting cos’è e a cosa serve

Il termine copywriting è composta da due termini inglesi, copy che vuol dire testo e writiting che vuol dire scrittura.

Copywriting cos'è e a cosa serve
Copywriting cos’è e a cosa serve

Questo termine venne utilizzato per la prima volta nel XIX secolo, per indicare quella figura che all’interno di redazioni giornalistiche si occupava della redazione di ogni tipologia di annuncio.

Con l’evoluzione tecnologica, così come il commerciale e/o venditore si è spostato sul web (SEO Specialist, SEA Specialist), anche in questo caso la figura del copywriter si è evoluto adattandosi al mondo digitale.

Definito questo, diciamo che con questo termine, si indica l’attività finalizzata nella scrittura di contenuti per far compiere un azione ai destinatari, utilizzata sia negli commerce che nei siti vetrina, nei blog o in generale ovunque, anche sui social network.

Perché è importante la figura del copywriter?

Ciò che rende così importante il copywriting è proprio la capacità di scrivere con profitto dei contenuti, che possono convertire al meglio il risultato voluto, attraverso un impatto emozionale e persuasivo, innescando in chi legge la voglia e la volontà, prima di tutto, di soffermarsi nella lettura e successivamente nell’acquistare un servizio o un prodotto.

Alla base nella vendita c’è sempre il cliente, per questo la figura del copywriting è importantissimo, poiché chi legge deve sentirsi al centro de mondo, deve percepire che il prodotto o servizio è designato su misura per lui e che quindi lo porterà per mano fino alla concretizzazione di ciò che sono i propri bisogni.

Come anticipato, il copywriting, non è solo utile nei siti web (commerce o vetrina), ma anche sui social, in questo caso il testo sarà effettivamente scritto in maniera differente, ad esempio un copy creato su Instagram, sarà sicuramente differente, da uno creato per TikTok ed uno creato per Linkedin.

Ciò è dovuto alla quantità di testo a disposizione su ogni tipologia di social, a differenza di un sito web che potrà essere più lungo, inoltre variano i tempi ed il linguaggio utilizzato.

Copywriter figura altamente specializzata

Il copywriter è diventato nel tempo una figura altamente specializzata, che lavora a stretto contatto con art-director, che si occupa degli aspetti grafici, o in alcuni casi lui stesso fa anche da grafico per ciò che vuole trasmettere. (Io per esempio ricopro entrambi le figure, oltre ad essere un SEO Specialist).

Come si fa a diventare Copywriter, innanzitutto, alla base c’è la conoscenza della lingua, la grammatica, l’uso della punteggiatura, ma questo in realtà dovrebbe essere alla base di ognuno di noi, in secondo luogo dovrà specializzarsi in determinati argomenti, ancora meglio se fanno parte anche delle proprie passioni.

Trovare argomentazioni legate alle proprie passioni è fondamentale in quanto, sarà per lui/lei più facile imparare le terminologie tecniche, dando fin da subito un’impressione di conoscenza dell’argomento, inoltre esprimerà l’entusiasmo per un prodotto o servizio che è legato alla passione stessa.

Copywriter crea percorsi emozionali

Un percorso emozionale è alla base di ogni comunicazione, senza emozioni, non accenderemo mai la curiosità di chi ci legge, ne mai riusciremo a far comprendere la validità di ciò che vogliamo offrire.

Oltre a saper scrivere, a trasportare emozionalmente chi legge, bisogna essere esperti nel mondo SEO, ossia nell’ottimizzazione dei propri contenuti sui motori di ricerca, conoscere in maniera approfondita tutte le sfaccettature dei social, ed ultimo ma non ultimo conoscere il mercato su dove si vuole accedere.

Per scrivere un testo che possa attrarre l’utente, il copywriter dovrà essere in linea con i competitors, conoscere le caratteristiche del prodotto, segmenti di prezzo, solo così potremo convincere l’utente che il proprio prodotto o servizio sia migliore di un altro enfatizzando i propri punti forti, rispetto alla concorrenza.

Scelta del prodotto

La regola fondamentale è quella di scegliere il miglior prodotto della vostra attività, sia in termini di qualità, sia in termini di soddisfazione verso il cliente.

Se il prodotto scelto è un prodotto di bassa qualità, neanche il più bravo dei copywriter riuscirà a portare l’utente a diventare cliente, poiché lo stesso utente non si fiderà mai ne del prodotto e di conseguenza di voi, per sempre !

Un esempio lo vediamo nel settore delle automobili, vengono sempre pubblicizzate il top di gamma, mai quelle vetture senza vetri elettrici, cerchi in lega o climatizzatore, chi penserebbe di percorrere un viaggio emozionale al caldo, e con i finestrini a manovella ?!

Dove trova lavoro un copywriter?

Il copywriter può trovare lavoro o nelle agenzie pubblicitarie, dedicando il proprio tempo a tutta la comunicazione, ma anche sui siti web (vetrina o e-commerce) o anche sui social.

La maggior parte delle aziende ultimamente ricerca un copywriter da inserire nel proprio organico, evitando così di doversi affidare a fornitori esterni per le loro campagne pubblicitarie, così da evitare spreco di tempo, un lavoro ben fatto, va fatto nel tempo, dedicandosi 8 ore tutti i giorni, ed anche dopo aver scritto contenuti validi, gli stessi poco dopo dovranno essere rivisti, modificati, cambiati, riscritti.

Conclusioni

Per concludere questo articolo su “Copywriting cos’è e a cosa serve“, c’è da aggiungere, che per essere validi copywriter, bisogna assolutamente essere empatici, quindi avere quella innata capacita di immedesimarsi non solo nei sentimenti, ma anche negli schemi di pensiero altrui, apprendendo velocemente problemi e frustrazioni, immedesimandosi nella loro esperienza d’acquisto fino ad arrivare con le parole a far cogliere ciò che risolverebbe le varie necessità.

Clicca sulle notifiche,  riceverai notifiche ogni volta che pubblicherò un nuovo articolo.
A breve usciranno altri articoli legati al mondo del Copy Writing.

Continua a leggere tantissimi articoli interessanti legati al mondo della comunicazione, della vendita, sulla professione su Google e tanto altro.

A presto,

Lorenzo

Lascia un commento